Una conversazione viva - pagine 1-4

Il testo del programma  "La coscienza e la personalità. Da inevitabilmente mortale a eternamente vivo", a cura di Anastasia Novykh. (Nota, le riduzioni nel testo: la presentatrice Tat’jana - T, Igor Mikhajlovich Danilov - IM; Gianna - G; Volodja - V; Andrej - A).


Una conversazione viva
" DA INEVITABILMENTE MORTALE A ETERNAMENTE VIVO. LA COSCIENZA E LA PERSONALITA’ "

00:00:00 - 00:11:41

VIDEO№1

“Nel mondo ci viene insegnato solo ad avere l’inteletto, la memoria, le conoscenze e la logica. Ma per conoscere la Verità è necessario aquisire un livello più elevato di autoperfezionamento: la consapevolezza e la comprensione dei sentimenti profondi che provengono dall’Anima. Dopo tutto,  l'esperienza spirituale è oltre i limiti della mente..." (tratto dal libro" AllatRa").


__________________


T:  Buongiorno, cari amici! Nel corso  del tempo le condizioni della vita della società e della civiltà cambiano. Ma, una cosa rimane sempre invariata: l'uomo stesso, la sua dualità interiore e la domanda sul vero significato della sua permanenza qui. In tutti i tempi il senso della vita, che è sempre stato e che rimane anche attualmente, è la Libertà spirituale che si raggiunge attraverso l'esperienza pratica della conoscenza di sé, della propria vera natura, così come attraverso il proprio miglioramento grazie alle varie pratiche spirituali. Il tema del programma di oggi è "La coscienza e la personalità: da ciò che è inevitabilmente destinato a morire a ciò che vive in eterno.”

___________________


VIDEO №2

LA COSCIENZA E LA PERSONALITA’.
DA INEVITABILMENTE MORTALE
A ETERNAMENTE VIVO
 
I PROFETI. L’INCULTURAZIONE.

L’IMMAGINE E LA SOMIGLIANZA.
 
LA MAGIA E LA REINCARNAZIONE
 
L’UOMO E’ CREATO DUE VOLTE
 
IL TRAINING AUTOGENO

 LA MEDITAZIONE
 
LA PRATICA SPIRITUALE
 
COSA NON VEDE LA GENTE ?!
 
COS’E’ IL SISTEMA E LA COSCIENZA?
 
COS’E' LA PERSONALITA’ E LO SPIRITO?
 
COME DIVENTARE LIBERI ?!
 
LA FISICA SOPRANNATURALE
 
LO SCONOSCIUTO
 
L’ESPERIENZA SPIRITUALE
 
LA VITA REALE
 
LE DOMANDE E LE RISPOSTE DEI PRATICANTI
 
LA VERITA’ CHE SMASCHERA IL SISTEMA E TI CAMBIA PER SEMPRE!
 
NEL PROGRAMMA: "LA COSCIENZA E LA PERSONALITA’. DA INEVITABILMENTE MORTALE A ETERNAMENTE VIVO"


Т: Oggi i miei interlocutori sono: Igor Mikhaylovich Danilov, Gianna, Volodja e Andrej.

 

Igor Mikhaylovich, le persone provenienti dai diversi paesi del mondo, dopo aver visto il ciclo delle trasmissioni a cui Lei ha partecipato, dal titolo: "La verità è unica per tutti", ci hanno inviato dei commenti incredibili. Le risposte sono varie, ma la cosa importante è che tante persone, dopo aver visto in particolare la trasmissione precedente, per la prima volta nella loro vita hanno sentito il Suo silenzio colmo spiritualmente, ad un livello di percezione spirituale completamente nuovo per loro.  Molti di loro hanno provato cosa sono i sentimenti profondi, quella parte spirituale che non ha confini e che esiste anche dentro di loro.

IM:E’ una parte integrale che dovrebbe dominare in tutte le persone. E’ uno stato naturale per le persone normali.


T: Hanno scoperto questo dentro di loro: una profonda comprensione dell'essenza senza parole, che è molto diversa dal pensiero abituale e dal lavoro della mente.

IM: Allora, non tutto è perduto.

T: E’ un vero piacere che molti hanno notato che il dialogo più importante in realtà avveniva non grazie alle parole, ma a livello dei sentimenti profondi. Qualcuno, dopo aver visto il programma, ha paragonato quello che è accaduto con l’apertura di una sorgente o con un oceano di gioia immensa ...

IM:  La cosa interessante è che spesso le persone mi hanno chiesto di una lingua comune o di una proto-lingua. Ma l’altra volta, la gente che non conosceva assolutamente la lingua in cui parliamo (intendo verbalmente), ci ha capito lo stesso.  


T: Un altro momento interessante è che le persone, dopo aver visto i programmi precedenti, si sono sentite penetrate dalla loro religione, dalle sue fondamenta e dall’importanza delle Conoscenze spirituali trasmesse tramite i loro Profeti. Hanno trovato quel punto di riferimento iniziale nello spirituale, da cui inizia la comprensione dei principi fondamentali delle loro religioni e credenze ... A questo proposito, vorrei leggere alcune lettere.

“BismiLlahi Ar-Rahmani Ar-Rahim ! (In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso)
DjazacumuLlahu Hayran (Che Allah vi doni il bene). Il tema è molto attuale anche al giorno d’oggi. Il programma ha avuto un impatto molto forte su di me. Ha avuto un profondo significato per la comprensione della mia religione e del mio cammino ed è stato trasmesso attraverso il frutto dell’onestà. In uno degli Ḥadīth, trasmesso dalle parole di al-Hasan ibn Ali, il Profeta Muhammad (pace e benedizioni di Allah su di lui) ha detto che un Messaggero di Allah (pace e benedizioni di Allah su di lui) disse: "Abbandona ciò su cui hai dei dubbi a favore di ciò di cui sei certo. Sicuramente la Verità è tranquillità, e veramente i dubbi sono falsità". BaracaLlahuficum (Che Allah vi benedica). "


E la seconda lettera, che è arrivata da un'altra parte della terra:

"Sono una cristiana. Leggevo la Bibbia e cercavo di immaginare dove si trova questo paradiso di Dio invisibile, questa realtà spirituale e non materiale. Come arrivarci? Con che cosa inizia la prima intenzione, il primo passo del cammino verso i Santi Padri? La mia comprensione mentale era vaga ed incerta e solo ora, grazie a questo straordinario programma, ho capito, senza parole, tutta la profondità e la semplicità della grazia di Dio che ho provato. Come dice la Bibbia, " Le cose che occhio non vide, e che orecchio non udì, e che mai salirono nel cuore dell'uomo, sono quelle che Dio ha preparato per coloro che Lo amano."
Adesso, ascoltando la predica in Chiesa e leggendo la Bibbia, ho cominciato a capire tutta la profondità e il vero Insegnamento di Cristo, che la Chiesa ci ha consegnato. Ho capito che cosa significa "Il Regno di Dio è dentro di voi." Ho capito le parole di Gesù quando disse: "Il Mio regno non è di questo mondo."

T: Igor Mikhailovich, queste e altre lettere hanno evidenziato un punto chiave: che il modo ideale per avere una comprensione pratica delle conoscenze di qualsiasi percorso spirituale che porta a Dio, deve iniziare da un contatto pratico con i propri sentimenti profondi. Oggi, molti hanno un atteggiamento abitudinario e sono indifferenti verso le loro religioni, semplicemente come verso una tradizione. Nella società attuale l’uomo  non comprende nè sé stesso nè l'importanza di vivere del Mondo Spirituale. Nella migliore delle ipotesi, le persone cercano di studiare la loro religione, ma sulla base delle rappresentazioni della loro mente ...

IM:  Qui c’è un piccolo "ma": lo studio della religione è una cosa, ma il cammino verso Dio è tutt’atro. Tutte le religioni sono buone, abbiamo già parlato di questo molte volte, non ci sono religioni brutte, tutte portano verso Dio. Ma la domanda è: che cosa vuole l’uomo? cosa sceglie? Molte persone amano semplicemente recitare solo una parte nella religione, come se fosse un’azione teatrale, vogliono solo partecipare. Molti però aspirano a Dio. Qui la differenza è significativa. Se la gente segue una religione per fare bella figura di fronte ai vicini è una cosa, se  invece la segue per poter arrivare a Dio, è una cosa totalmente diversa. E qui devo dire che tutte le religioni sono unite da un unico significato, e il significato è molto semplice: è la via verso Dio.


T: Igor Mikhailovich, in alcune trasmissioni passate Lei ha detto che ogni religione contiene i semi della conoscenza e che, per seguire il percorso che conduce a Dio, si deve, come minimo, capire in pratica, che esiste un altro tipo di percezione: una percezione sensoriale, cioè una percezione con i sentimenti profondi. Igor Mikhailovich, nel mondo esistono circa 300 religioni e ognuna dice che il suo cammino verso Dio è l’unico quello giusto e quello vero.

IM: Questo dice la gente secondo la mente. Lo dicono proprio quelli che guidano la gente, come Susanin nella palude, dalla quale non arriveranno mai da nessuna parte. Le persone vere, che hanno conosciuto questo percorso e che lo seguono tuttora, non lo diranno mai. In tutte le religioni vere, non in quelle create artificialmente, ma in tutte le religioni realmente vere, c’è un seme ed è il cammino verso Dio. Tutto il resto è cultura, tradizione e molte altre qualità accettabili per certi popoli, ma nulla di più. In realtà, tutto questo è ununico cammino.

 

T: Perché, Igor Mikhailovich, il cammino verso Dio è diviso in così tante religioni?

IM: La coscienza divide sempre, non può fare in altro modo: la lotta per il potere, la lotta per il dominio su qualcuno. E’ la materia, sono le leggi della materia; la sua essenza è: ”dividi e comanda”e quindi le persone dividono. Coloro che raggiungono una vera comprensione, tendono al contrario ad unire la gente.

T: Igor Mikhailovich, cosa dovevano affrontare i Profeti venendo in questo mondo?

IM: Le stesse cose che incontrano oggi: le persone e la loro coscienza.

VIDEO №3

 

  
Рейтинг: 5 / 5 из 4



I libri di Anastasia Novykh